“Quando c’erano i veneziani”, a cura di Caterina Falomo

Un articolo fuori dagli schemi usuali del blog, dedicato al libro curato da Caterina, amica e collega.
“Quando c’erano i veneziani. Racconti della città e della laguna” a cura di Caterina Falomo, edito da Studio LT2.
Com’era Venezia e com’è oggi? Attraverso i racconti di molti veneziani, nati e/o vissuti a Venezia, il libro vuole descrivere i profondi mutamenti di una città che ha visto nel corso di circa cinquant’anni dimezzare la propria popolazione.

Con questo libro Caterina Falomo vuole far riflettere i veneziani e non sui profondi cambiamenti di una città che si è talmente aperta al mondo da dimenticarsi dei propri cittadini. 
Senza alcuna volontà di drammatizzare i fatti, in un’epoca in cui molte città italiane vivono lo stesso destino, i racconti dei veneziani ci mostrano com’era la vita sociale di pochi anni fa.
Ricordi, riflessioni, aneddoti personali, fatti pubblici, vicende di ieri e problemi di oggi per far sì che Venezia sia vista con altri occhi, lontana dalle banalità raccontate ovunque nel mondo.
I testi sono di: Luigi Alberotanza, Pierluigi Alessandri, Roberto Bassi, Giorgio Brunetti, Donatella Calabi, Riccardo Calimani, Sergio Camerino, Arrigo Cipriani, Mariagrazia Dammicco, Gerolamo Fazzini, Vittorio Levis, Franco Miracco, Antonio Paruzzolo, Fulvio Roiter, Marialuisa Semi, Giuliano Zanon, don Silvio Zardon, Alvise Zorzi.
La prefazione è di Leopoldo Pietragnoli.
Chiudi il menu